Ricetta di pizza in padella fatta in casa

❓ Si può avere voglia di pizza fatta in casa alle 5 del pomeriggio ed averla in tavola alle 8 di sera?
Sì, con questa ricetta di pizza 🍕 che non richiede tempi biblici, vi fa risparmiare energia e lascia la cucina pulita! 😎 😍

Impasto per la pizza

  • Acqua (di rubinetto)
  • Farina (quella che avete in cucina)
  • Sale (quello del supermercato)
  • Lievito di birra, o lievito madre (che poi contiene anche gli stessi batteri del lievito di birra)
  • Olio? Io non ne metto!

Quale farina usare per la pasta della pizza?

Teoria ➡️ per la pizza va usata una farina cosiddetta di forza, quella che vicino alla “W” sul pacco ha il numero più alto: questo significa che ha un’alta percentuale di glutine che la rende elastica e vi da una pasta per pizza da campionato mondiale di pizza acrobatica 🤸🏼‍♂️ (al quale certamente state pensando di partecipare! 🏆).
💤
Detto questo (che vi dimostra che la teoria della pasta per la pizza la so, ma so trattenermi dagli spiegoni di chimica😏) con tutto il cuore vi suggerisco di semplificarvi la vita: con la farina che avete a casa potete avere comunque un ottimo risultato, e sopratutto potete averlo oggi, non tra 3 giorni!

Quale lievito usare per l’impasto della pizza?

🍕 Lievito di birra fresco

Facile e veloce: in un’ora e mezzo-due, vi permette di avere una lievitazione più che soddisfacente.
Se ne usate quantità infinitesimali (come è di moda adesso) allora allungate i tempi di lievitazione, ma sappiate che la pizza NON è più digeribile. 😱

🍕 Lievito di birra secco

Anche se il sapore ne risente, il lievito di birra secco è innegabilmente comodo da conservare.

Conversione lievito di birra fresco ↔️ lievito di birra secco

Il rapporto è di 3 grammi di lievito di birra fresco per 1 grammo di lievito di birra secco.
Un cubetto di lievito di birra fresco pesa 25 grammi e può essere sostituito da 8 g di lievito secco.

🍕 Lievito madre

Il mio lievito madre è abituato spartanamente: niente rinfreschi cadenzati, cuccette calde, grammini di zucchero e coccoline serali, per cui lo trovo comodo.
Funziona, ma allunga il tempo di lievitazione ad almeno 8 ore. Quindi potete usarlo se il desiderio della pizza vi è venuto la mattina a colazione ☕️ e siete disposti ad aspettare fino alla sera per soddisfarlo.
⚠️ Attenzione: se il lievito madre non è dell’umore giusto il risultato sarà una magnifica piadina, anche se aspettate che la pasta lieviti fino all’età pensionabile! ⚠️

Quale lievito usare per questa ricetta di pizza veloce?

Personalmente preferisco usare il lievito di birra fresco, per il sapore ma anche per la velocità della lievitazione, senza contare il fatto che è anche una fonte inesauribile di vitamine di riboflavina, piridossina e… TANA PER VALERIA E LO SPIEGONE DI CHIMICA! 😵

Pizza Bimby

Il vantaggio di fare l’impasto della pizza nel Bimby è che potete leggermente scaldare l’acqua 🌡 insieme al lievito prima di impastare, cosa che vi ridurrà ulteriormente i tempi di lievitazione. Oltre al fatto che è il Bimby ad impastare per voi!

Forno per pizza

Il forno casalingo non arriva a più di 250° ma la temperatura sulla superficie della pizza è ancora minore.
Ci sono forni con la funzione pizza che consiste nell’avere sotto la base del forno una pietra refrattaria🪨 in grado di accumulare calore🥵 : la pizza dunque va appoggiata direttamente sul piano del forno in basso in modo da usufruire anche del calore accumulato dalla pietra. Riusciamo così ad avere una temperatura maggiore a contatto con la pasta della pizza che crea la crosticina senza però seccare la pizza.

Perché cuocere la pizza in padella?

Perché la padella sul fuoco raggiunge temperature elevatissime e la pizza va direttamente a contatto con la padella rovente.
Certo possiamo farlo anche col forno in funzione pizza, come spiegato sopra ⬆️, ma riusciamo anche a sporcare il forno con eventuali colature di liquidi. E il forno non va in lavastoviglie! 😩
Per questo io cuocio la pizza in padella: 3 minuti e mi godo la mia pizza! 😎 🍳

La pizza fa parte della cucina verace e tradizionale, istintiva e immediata. 🍕
La pizza è stata inventata con la farina che avevano, senza planetarie e fruste a K, senza lievitazioni a 28 gradi costanti con umidità del 40% nel raggio di un chilometro, senza lievitazioni successive per dodici giorni consecutivi e pieghe ogni venti minuti.🤨

Non ci credete?
E neanche i dinosauri ci credevano. 🦖
Sulla loro ricetta c’era scritto di impastare nel Giurassico e infornare nel Paleogene, e così hanno deciso di fare.
Nel frattempo nel Cretaceo si sono estinti.🪦
Sono tutti morti di fame aspettando l’alveolatura perfetta e sognando la mozzarella filante… 🤷🏻‍♀️


Ricetta

Ingredienti:

Per l’impasto:

  • 450 g di farina
  • 300 g di acqua
  • 1 cubetto di lievito di birra fresco (o 8 g di lievito di birra secco, o 225 g di lievito madre)
  • 1 cucchiaino di sale + q. b. per la farcitura
  • Semola di grano duro q. b. per lo spolvero

Per condire:

  • 400 g di mozzarella
  • 200 g di passata di pomodoro densa
  • Olio evo q. b.
  • Basilico fresco q. b.

4 pizze (diametro 28 cm)

2 ore e 30 minuti

Media

Pizza in padella ricetta bimby

Inserite nel boccale l’acqua e il lievito: 1 minuto a 37° velocità 3. Aggiungete la farina e il sale: 3 minuti a velocità spiga. Togliete l’impasto dal boccale e procedete come nella ricetta senza Bimby per la lievitazione, la stesura, il condimento e la cottura.

Pizza in padella senza bimby

Per l’impasto: fate intiepidire l’acqua e mettetela in una ciotola. Aggiungete il lievito di birra e mescolate accuratamente finché il lievito non si scioglie completamente. Aggiungete la farina ed il sale e impastate a mano o in un mixer finché l’impasto non risulta omogeneo.
Dividete l’impasto in quattro parti dello stesso peso e date ad ognuna la forma di una pallina.

Panetto di pasta prima della lievitazione

Per la lievitazione: spolverizzate una superficie piana con la semola e appoggiateci le palline ben distanziate, coprendo ognuna con una ciotola: fate lievitare per circa 1 ora e 30 minuti.
Se la lievitazione sta avvenendo correttamente all’interno della ciotola che avete messo a coprire il panetto di pasta si creerà del vapore.


Prendete una padella antiaderente grande (preferibilmente dal diametro di 28 cm) e mettetela su di un fornello a doppia corona con il fuoco al minimo, quindi coprite con un coperchio e fate scaldare bene la padella.

Per stendere le pizze: spolverizzate con la semola la superficie su cui stenderete la pizza, prendete una pallina e appoggiatela al centro della superficie spolverizzata. Spolverizzate con la semola anche il panetto di pasta e procedete con la stesura cercando di ricreare la forma del fondo della padella (se utilizzate un matterello, ricordate di infarinare anche quello), cioè un cerchio di circa 28 cm di diametro.

Panetto pronto per essere steso

Per condire: disponete la pizza che avete steso su di un tagliere, aggiungete la passata di pomodoro, 1 pizzico di sale a diretto contatto con la passata e un filo di olio.
Con un cucchiaio spargete la passata sulla pizza, ed aggiungete infine 100 g di mozzarella sbriciolata con le mani.

Per la cottura: fate scendere la pizza dal tagliere direttamente nella padella, poi chiudete di nuovo col coperchio.
Dopo 3 minuti controllate il fondo alzando leggermente la pizza con una spatola: se non si è ancora formata la crosticina, prolungate la cottura per 1 altro minuto.

Procedete con la cottura di tutte e 4 le pizze, impiattatele ed aggiungete su ognuna le foglie di basilico fresco.

Nel video vi mostriamo tutto il procedimento e, in particolare, la stesura della pizza!

Un pensiero riguardo “Ricetta di pizza in padella fatta in casa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...