Strudel di mele al finocchietto (ricetta Bimby)

Quale pasta usare per lo strudel

Tutti usano tutto: mancano solo Fimo e Plastilina, che sono meno saporiti ma, quanto a colori, aprirebbero tutto un altro universo. Io vorrei invitarvi a fare lo strudel con la pasta strudel, mi pare la più indicata.
Lo strudel senza pasta sfoglia? Io uso la pasta s-Foglia per fare la mille-Foglie e la pasta strudel per fare lo strudel.
Lo ribadisco, sono una semplice.
Ne esistono anche moltissime versioni differenti, quindi non rischiate neanche di annoiarvi.

Questa ricetta di pasta strudel è senza uova, per il semplice motivo che mio figlio è allergico.
Ed è anche una pasta strudel senza burro, perché l’ho trovata così, l’ho provata, mi è piaciuta e ho continuato ad usarla.

Quali mele usare per lo strudel

Le renette, dicono quasi tutti.
Secondo me dovete usare quelle che vi piacciono di più, oppure quelle che avete in casa.
Quando posso io uso le annurche, per assecondare la mia anima terrona.

Come chiudere lo strudel

Anche qui resto sul semplice: siccome la parola “strudel” significa vortice, io lo arrotolo. Stendo la pasta strudel rettangolare e ci metto sopra il ripieno lasciando quattro dita di pasta libera da un lato, poi comincio ad arrotolare dal lato opposto e, quando sono arrivata alla parte di pasta strudel libera, inumidisco con dell’acqua e finisco di arrotolare. 
Non uso l’uovo per sigillare perché nel frattempo il sistema immunitario di mio figlio non è cambiato.
Quando sistemo il rotolo di strudel nella teglia faccio in modo che la giunzione della pasta capiti sotto, così, se non dovessi avere inumidito bene la pasta, posso contare sulla sempre affidabile forza di gravità.

Ma abbiamo saltato l’altra rivisitazione fondamentale: dopo avere steso il ripieno sulla pasta strudel metto qua e là dei semi di finocchio e, se riesco a procurarmelo, qualche fogliolina di finocchietto selvatico fresco.
Puristi dello strudel, non inorridite!
Che ci volete fare? È la mia anima campana, la Terronia che mi è rimasta nel sangue!
E vi è andata anche bene, perché se avessi sentito di più l’influenza della mia regione di adozione, l’Umbria, a questo punto avrei aggiunto pezzettini di salsiccia…


Ricetta

Ingredienti:

Per la pasta strudel:

  • 200 g di farina
  • 80 g di acqua tiepida
  • 60 g di zucchero
  • 20 g di olio evo
  • ½ cucchiaino di aceto bianco
  • 1 pizzico di sale

Per il ripieno:

  • 5 mele
  • 3 cucchiai di rum
  • 50 g di uva passa
  • 30 g di pinoli
  • 70 g di zucchero di canna integrale grezzo
  • 50 g di pane grattugiato
  • 1 noce di burro
  • 4 cucchiaini di semi di finocchio
  • qualche rametto di finocchietto fresco
  • cannella in polvere q. b.
  • noce moscata q. b.

10 porzioni

2 ore

Media

Preparate la pasta strudel inserendo tutti i relativi ingredienti nel boccale del Bimby: 30 secondi a velocità 4, e 1 minuto a Spiga.
Compattate l’impasto, spennellatelo con un ulteriore filo d’olio per evitare che si formi una crosticina secca sulla pasta, e fatelo riposare coperto tra due piatti caldi per 30 minuti a temperatura ambiente.
Stendete la pasta strudel sottilissima con il matterello e, se alcune parti dovessero risultare più alte, assottigliatele inserendo le mani sotto la pasta e tirando con delicatezza.

Preparate il ripieno: tostate leggermente in padella il pane grattugiato, aggiungete 1 noce di burro, amalgamate e mettete da parte.
Sciacquate bene l’uvetta e mettetela ad ammollare in acqua tiepida; intanto, sempre utilizzando una padella, procedete a tostare i pinoli.
Sbucciate le mele a fettine sottili, aggiungete il rum, lo zucchero di canna, l’uva passa ammollata, la cannella e la noce moscata secondo il vostro gusto, poi lasciate riposare per 10 minuti ed infine aggiungete i pinoli tostati.

Componete lo strudel: mettete la pasta strudel su un foglio di carta da forno, distribuitevi sopra il composto di pane e burro, poi aggiungete le mele insaporite e i 4 cucchiaini di semi di finocchio; abbiate l’accortezza di lasciare, da un lato, quattro dita di pasta libera da tutto il ripieno.
Dal lato opposto, cominciate ad arrotolare lo strudel aiutandovi con la carta da forno; poi, arrivati al bordo libero, inumidite leggermente la pasta con dell’acqua e finite di arrotolare.
Utilizzando la carta da forno, spostate lo strudel su una teglia da forno, facendo in modo che la giunzione della pasta sia rivolta verso la teglia.
Punzecchiate la parte superiore con una forchetta per non fare aprire il rotolo in cottura, e cuocete in forno ventilato a 180° per circa 50 minuti. Se volete, a metà cottura potete spennellare lo strudel con del burro fuso per aumentare la croccantezza della pasta.
Sfornate lo strudel, lasciatelo raffreddare e servitelo decorato con qualche rametto di finocchietto fresco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...